Your browser does not support SVG
  • Rispetta il Pianeta con La Buona Terra – Ecoresponsabli, assieme!

    La Buona terra ama il pianeta e Voi?
    Vi raccontiamo come facciamo nel nostro piccolo per salvaguardare dove viviamo diminuendo l’impatto ambientale.

    Lo stile di vita de La Buona Terra rispecchia l’amore per la natura e per il pianeta. La sensibilità rispetto a questa tematica ci spinge tutti i giorni a migliorare i nostri comportamenti dando un contributo effettivo all’ambiente. Le tematiche tristemente attuali sul cambiamento climatico e l’inquinamento ci sono a cuore e assieme a voi vogliamo stilare qualche buona regola che aiuti la convivenza e il vivere sano.

    Coltiviamo e Consumiamo prodotti Biologici
    La Buona Terra è un’azienda biologica che adotta un metodo di coltivazione e di allevamento che ammette solo l’impiego di sostanze naturali escludendo l’utilizzo di sostanze di sintesi chimica (concimi, diserbanti, insetticidi); fondamentale nella lotta ai cambiamenti climatici poichè mira a minimizzare l’impatto antropogenico, cioè i cambiamenti che si ritengono causati dall’intervento umano. Evitiamo lo sfruttamento eccessivo delle risorse naturali, in particolare del suolo, dell’acqua e dell’aria, utilizzando invece tali risorse all’interno di un modello di sviluppo che possa durare nel tempo.
    Consumare biologico significa mangiare sano; un’alimentazione bilanciata e sostenibile non è un bene solo per la nostra salute, ma anche per quella della Terra. All’interno della fattoria troverete il bio shop, il ristorantino biologico, il bistrot bio a vostra disposizione tutto l’anno per garantire cibo sano, merende salutari, break gustosi ad impatto zero sulla natura.

    Plastic Free – Per un turismo green
    Plastic free non è uno slogan di moda ma il nostro futuro! La Buona Terra chiede ai suoi Ospiti di impegnarsi al fine di generare il minor quantitativo di rifiuto plastico possibile. Esistono già oggi valide alternative non inquinanti come plastiche vegetali e bioplastiche compostabili e biodegradabili eco-friendly. 

    Per tentare di diminuire questo uso-abuso di plastica diciamo un secco No! al monouso di stoviglie di plastica preferendo piatti di melamina e bicchieri in policarbonato, sostituendo i piatti e bicchieri di plastica usa e getta con quelli di carta biodegradabili e compostabili, utilizzando il sistema-refill che sostiene il ri-utilizzo di borracce possibilmente in acciaio e vuoti possibilmente in vetro da riempire con la buona prassi del dispenser (già a disposizione di tutti i nostri ospiti), evitando le buste di plastica (tipiche della grande distribuzione) preferendo borse di juta o pieghevoli da tenere sempre in borsa.

    La plastica rilascia petrolio nell’ambiente, aumenta i livelli di anidride carbonica, impiega centinaia di anni a dissolversi, solo una piccola parte viene riciclata, rilascia tossine nel cibo, inquina il corpo e l’ambiente, avvelena e uccide gli animali. Attraverso un atteggiamento più consapevole possiamo abbandonare i nostri comportamenti automatici e compiere un gesto d’amore per la Terra. 

    Sulle nostre pagine social aggiorniamo i nostri followers con le iniziative green e plastic free messe in pratica qui all’Agriturismo La Buona Terra come: no alle bustine monodose di plastica si alle zuccheriere, dispenser di acqua per tutti, stile di vita slow, …

    No allo Spreco e all’Inquinamento dell’Acqua – Occhio agli scopi primari!
    L’acqua è vita. È fondamentale riuscire a non sprecarla, con piccoli gesti quotidiani. Ecco i nostri suggerimenti semplici e pratici per eliminare lo spreco di acqua tenendo a bada i volumi di consumo con un approccio volto al risparmio idrico.  

    Ai nostri Ospiti chiediamo semplici attenzioni come fare docce di breve durata, non lasciar scorrere l’acqua inutilmente e assicurarsi che i bambini non giochino con essa nei servizi igienici o nelle piazzole.
    Se possibile utilizzare detersivi per i piatti e prodotti per l’igiene personale a basso impatto ambientale/biodegradabili. A disposizione dei villeggianti servizio lavanderia self-service, fatta preghiera di utilizzare anche in questo caso detersivi non aggressivi.

    Smaltimento rifiuti – L’isola ecologica a tutela dell’ambiente
    Ci impegniamo a sensibilizzare i nostri ospiti per un’opportuna gestione differenziata dei rifiuti. Nel campeggio è presente l’oasi ecologica dove differenziare e conferire i rifiuti e l’olio esausto. All’interno dell’area sono presenti cassonetti per la raccolta di rifiuti solidi urbani, di carta e cartone, di plastica e vetro. Vi invitiamo ad usufruire di tali contenitori differenziando i rifiuti, senza disperderli nell’ambiente evitando l’alterazione dell’ecosistema.

    Area compostaggio – Per una vitamina naturale
    Il compost è il materiale che deriva dal processo di compostaggio dei rifiuti organici: si tratta di un materiale simile all’humus, ricco di materia organica, come anche di proteine e carboidrati. È la natura a trasformare i rifiuti umidi in materiale organico, il quale andrà a nutrire la terra.

    Nel nostro agri-camping è possibile smaltire i rifiuti umidi portando gli scarti presso l’area di compostaggio nella quale avverrà la conversione in materiale organico. Sarà istruttivo e divertente per i vostri bambini comprendere il potenziale del riciclo dell’umido: il compost è un nutrimento ottimo per i terreni di coltura. Ma non tutto lo scarto deve per forza finire nell’area compost: scarti di frutta e verdura sono apprezzati dagli animali della nostra fattoria. I bambini potranno – accompagnati dai genitori e/o dal nostro Domenico – portare foglie, bucce, baccelli e altro ancora agli amici animali. Che bello imparare divertendosi!

    Stazione di ricarica auto elettriche – Scelta intelligente per l’ambiente
    Abbiamo sempre più a cuore l’ambiente e sempre più persone stanno scegliendo l’elettrico, per questo abbiamo deciso di contribuire a modo nostro al trasporto sostenibile. Potrete usufruire della colonnina di ricarica per i vostri veicoli elettrici installata all’interno della proprietà. Ricaricate in tranquillità la vostra auto ricordando di fare il pieno di energia solamente nella stazione allestita, evitando l’utilizzo di energia elettrica direttamente dalla piazzola (nel caso specifico la Direzione declina danni ai veicoli in caso di voltaggio erroneo).

    Inquinamento acustico e da gas di scarico – Godere del campeggio in armonia con la natura e gli Ospiti
    Per ridurre i rumori e garantirvi una vacanza rilassante, La Buona Terra fa preghiera di moderare la circolazione dei veicoli durante le ore di riposo pomeridiano e notturno, ponendo limiti di velocità e utilizzando, se possibile, mezzi elettrici. Vi suggeriamo di evitare di lasciare acceso il motore dell’automobile e di lavare i piatti durante le ore di riposo. Per quanto riguarda lo smaltimento dei rifiuti in vetro, vi invitiamo a depositarli nelle apposite campane solo durante le ore indicate. Per quanto concerne il tono di voce è fatta preghiera di evitare schiamazzi e urla in generale.

    Il nostro campeggio friendly si prefigge, ad ogni modo, di garantire un soggiorno conforme alle necessità di ciascuno di Voi, dedicando attenzione anzitutto alla scelta della piazzola più indicata alle vostre esigenze (siate voi in famiglia, in coppia, in comitiva..). Gli ampi spazi verdi garantiscono privacy e relax nel rispetto della natura e degli altri villeggianti.  

    A noi piacerebbe così – La nostra comunicazione ambientale
    Abbiamo pensato di affiggere all’interno dell’agri-campeggio una serie di pannelli informativi indicanti alcune attenzioni che richiediamo ai nostri Ospiti per aiutarci a perseguire la politica ambientale. Saranno il sunto di quanto detto finora e riguarderanno l’opportuna gestione differenziata dei rifiuti, l’uso coerente e non indiscriminato delle risorse come l’acqua e l’energia elettrica e il rispetto per le persone, gli animali e l’ambiente naturale che ci circondano e ci ospitano. Cosa ne pensate? Ci aiuterete a rispettare il pianeta?

    Il vademecum rispecchia la filosofia slow, healthy & green della nostra grande famiglia che vi aspetta per un soggiorno speciale a contatto con l’incontaminato.

  • Cucinare in campeggio

    Cucinare sì o cucinare no?
    Mangiare fuori tutte le sere o sbizzarrirsi tra i fornelletti da campeggio?
    E’ vero che in vacanza la tentazione di non muovere un dito è tanta ma…quant’è bello apprezzare il cielo, i rumori della natura, e farlo tutti assieme attorno alla cucina da campo durante il vostro soggiorno green&wild?

    Mangiare bene è fondamentale ai fini della buona riuscita della vacanza e noi oggi vogliamo darvi qualche dritta per vivere al meglio il momento del convito con la famiglia e gli amici tra tende e camper.

    Prima del “cosa” (cucinare) vi daremo alcune dritte su “come” scegliere l’attrezzatura e su come fare la spesa

    • Frigo e fuochi
      Il frigo rigorosamente elettrico con la presa da attaccare direttamente all’auto e qualche piastra-ghiacciolo congelata da poter refrigerare nuovamente all’arrivo in campeggio nelle celle messe a disposizione dalla struttura.
      Per quanto riguarda la cucina da campeggio rigorosamente a gas, non abbiate timore basta essere accorti nella manipolazione delle valvole e praticare frequente manutenzione; evitate le cucine elettriche che rischiano di sovraccaricare il contatore della vostra piazzola.
      In tanti campeggi sono presenti aree grill per cene a tema barbecue che eviteranno l’acquisto di altra componentistica a consumo.
    • Spesa
      Evitare l’acquisto preventivo di cibi freschi e deperibili preferendo l’acquisto degli stessi in loco, prodotti autoctoni, biologici, freschi. Premunirsi solo delle cibarie “secche”, confezionate, che non necessitino di frigo o freezer. Pasta, merendine, panificati secchi, legumi in scatola…
    • Occorrente
      Un fornellino da campeggio con relative bombole di gas; fiammiferi e/o un accendino per accendere il fuoco; una griglia, se pensate di accendere il fuoco per cuocere carne, pesce o verdure alla brace (ma potete evitare se il campeggio prevede aree barbecue); delle pentole, un coltellino svizzero multiuso, un tagliere, piatti, posate e bicchieri; sapone, spugna e una bacinella per lavare i piatti; borse di plastica da usare per i rifiuti; delle presine per maneggiare le pentole.

    Dopo aver elencato tutto il necessaire passiamo alla fase creativa.
    E’ tempo di mettersi all’opera!
    Evitate cotture che richiedono una preparazione elaborata e l’utilizzo di più pentole, mangiare gustoso non implica necessariamente un’organizzazione complessa.
    I metodi di cottura sono sostanzialmente due: uno con il fuoco o barbecue per cuocere prevalentemente i cibi alla griglia e l’altra con il classico fornellino da campeggio, l’ideale per cuocere in pentola, far bollire l’acqua e riscaldare alcuni cibi.

    • Fuoco/Barbecue
      Nel primo caso viene in mente la tipica grigliata in compagnia anche perché costituisce uno dei passatempi più divertenti quando si è in campeggio. Anche se la grigliata non è decisamente la pietanza più veloce da realizzare, grazie all’aiuto di tutti può diventare anche un ottimo metodo per divertirsi in compagnia, aggregando il “vicinato”. Alla griglia si può cuocere anche dell’ottimo pesce fresco o appunto arrostire verdure, polenta, ecc…
    • Fornellino
      Per quanto concerne l’altro metodo di cottura, con l’ausilio del fornellino a gas da campeggio, esistono un’infinità di piatti prelibati, gustosi e invitanti da creare con pochi ingredienti e in poco tempo per far felice il palato di grandi e piccini.
      Ad esempio: carne in padella con formaggio fuso, scaloppine, bruschette di pane rosolate con un filo d’olio extravergine con una dadolata di pomodorini e basilico fresco, pasta o riso conditi con i prodotti in scatola o in barattolo (sottoli e sottaceti), ma anche una semplicissima frittata o delle uova al tegamino, una piadina con affettato e fontina,ecc…
    • Senza Cottura
      Esiste un ricettario di idee fresche, di spuntini e pranzi a sacco, da portare con sé in caso di escursione come: paninetti, tramezzini, sandwich imbottiti che non richiedono l’uso di fuochi e fornelli ma che si affidano a pochi ingredienti e tanta fantasia. Tra le idee estive più gettonate c’è l’intramontabile “insalatona” dove alla semplice croccante insalata si possono mixare altre coloratissime verdure, spicchi di frutta, e anche qualche “rimanenza” come petti di pollo a straccetti eventualmente avanzati dalla grigliata del giorno precedente, o carne in scatola, o ancora legumi, olive, semi vari.

    I consigli di base sono sempre gli stessicercate di mangiare sano; fate attenzione alle temperature e a dove conservate cibi deperibili e a base di uova, latte; non abbondate con le scorte perché spesso i piani cambiano in corso d’opera e si rischia di fare zavorra senza una reale utilità; scegliete prodotti del posto, locali, stagionali, biologici e fate incetta di souvenir agroalimentari!