Your browser does not support SVG
  • I principi del biologico: dalla (buona) terra alla tavola!

    Siamo ciò che mangiamo e la nostra salute dipende in maniera imprescindibile da come coltiviamo e alleviamo ciò di cui ci cibiamo.
    Agriturismo La Buona Terra lavora le materie prime provenienti dai propri campi e garantisce produzioni biologiche stagionali diversificate. Nascono così piatti ricchi e gustosi da apprezzare immersi in un contesto familiare e bucolico al Ristorante Biologico.
    Assaggerete le verdure dell’orto, il pane e i dolci fatti con le farine e le uova di produzione propria e la carne dagli allevamenti del podere.
    Un’esperienza da vivere: dalla terra alla tavola!

    Il termine “agricoltura biologica” indica un metodo di coltivazione e di allevamento che ammette solo l’impiego di sostanze naturali escludendo l’utilizzo di sostanze di sintesi chimica come concimi, diserbanti, insetticida. Dal 1991, l’agricoltura biologica è disciplinata dall’Unione europea, che stabilisce le regole da rispettare e i criteri di coltivazione. Un modello di produzione che evita lo sfruttamento eccessivo delle risorse naturali, del suolo, dell’acqua e dell’aria; un metodo rispettoso dell’ecosistema e per questo fondamentale nella lotta ai cambiamenti climatici.

    I criteri per la coltura del biologico sono: l’incremento della fertilità tramite l’uso di fertilizzanti organici compostati e l’abbandono di pesticidi chimici, fertilizzanti sintetici e antibiotici; la pratica del sovescio, l’interramento dei residui colturali e la rotazione o avvicendamento delle colture; la scelta varietale e la creazione di siepi e/o alberature utili a migliorare il paesaggio e ad aumentare la biodiversità, dando ospitalità a predatori naturali dei parassiti e agendo come barriera fisica a possibili inquinanti esterni.
    Il biologico vieta gli OGM (organismi geneticamente modificati) e utilizza le risorse già presenti in azienda come il letame, per favorire il processo di fertilizzazione o le colture, per ricavarne mangimi.

    I criteri per l’allevamento biologico sono definiti dall’Unione Europea all’interno del Regolamento per l’agricoltura biologica. I principi generali prevedono che sia consentito agli animali di esprimere il loro comportamento naturale all’aria aperta in spazi minimi definiti secondo normativa, con libertà di movimento all’interno della stalla e accesso libero all’esterno (no all’intensivo!); nutriti con foraggio biologico e curati mediante pratiche veterinarie adeguate (fitoterapiche piuttosto che antibiotiche).

    Perché mangiare biologico?
    Le ricerche dimostrano che i prodotti biologici hanno maggior quantità di vitamina C, antiossidanti e minerali, calcio, ferro, cromo e magnesio, sono liberi dalle neurotossine che danneggiano il cervello e le cellule nervose. Sono cibi sani, da colture e allevamenti dove è vietato l’uso di agenti chimici evitando così l’inquinamento dell’acqua potabile, delle terre e l’intossicazione del corpo umano.
    La maggior parte del cibo biologico ha un sapore migliore rispetto all’equivalente cresciuto con pesticidi, non è esposto al processo di maturazione artificiale con il gas, sostiene l’habitat della fauna selvatica e riduce il rischio di cancro.
    Scegliere di mangiare biologico significa sapere cosa si mangia e diminuire l’esposizione agli antibiotici, agli ormoni sintetici e ai farmaci che dagli animali passano transitoriamente alla persona.

    L’agricoltura biologica sposa produttività e salvaguardia dell’ambiente.
    Agriturismo La Buona Terra promuove il consumo di prodotti sani e di qualità, legati al territorio e alle tradizioni. E’ possibile acquistare i prodotti presso il Bio-Shop o direttamente gustarli in vari accostamenti proposti nel menù, nelle varianti tradizionale o vegetariano, del Ristorante Biologico, cuore dell’agriturismo.
    Ricordando…ad ogni stagione il suo frutto!
    Perché ogni cosa ha il suo tempo e, nella sua stagione, il picco massimo di gusto.

    La Buona Terra: un viaggio nei sapori e nella produzione agronomica ecocompatibile.

  • Il menù dell’OrtoBio, serata con Villa Sceriman – 31 maggio 2019!

    Recuperiamo, il prossimo venerdì 31 maggio, una delle serate degli appuntamenti “Il menù dell’OrtoBio” dedicati ai nostri menù biologici realizzati assieme ai produttori bio dei Colli Euganei.

    La serata de “Il menù dell’OrtoBio” del 31 maggio 2019 avrà come protagonista la Cantina Villa Sceriman che abbinerà i propri vini biologici con i nostri piatti. Il tutto rigorosamente biologico!

    “Il menù dell’OrtoBio”, che stiamo ospitando nel ristorante dell’Agriturismo La Buona Terra, sono serate in cui abbiniamo le nostre materie prime, coltivate in maniera totalmente biologica nella nostra azienda agricola, con vini dei Colli Euganei prodotti da rinomate cantine e certificati biologici!

    Ma prima di scoprire il menù conosciamo la cantina di Villa Sceriman!

    Villa Sceriman

    La Cantina è ospitata nel complesso di Villa Sceriman, uno dei lavori minori di Andrea Palladio, che sorge a Vo’. L’azienda vitivinicola, nata dall’intuizione di Fortunato Soranzo e proseguita con il figlio Rodolfo, dal 1990 applica la coltivazione biologica a tutte le proprie viti. Questo ha permesso all’azienda di diminuire la resa ma di garantire un’elevata qualità ai propri vini.

    Il menù dell’OrtoBio con Villa Sceriman – 31 maggio 2019

    Il menù di venerdì 31 maggio che ti presentiamo sarà composto da 7 portate dal gusto unico, realizzate con prodotti biologici del nostro orto o di colleghi di cui conosciamo filosofia e rispetto della natura.
    Il tutto accompagnato dall’eccellente vino di Villa Sceriman.

    Ecco il menù completo della quarta serata dei nostri menù dell’OrtoBio

    • Frittata di ceci con besciamella e foglie di rapa
    • Cestini di brisè con formaggio di anacardi e germogli
    • Pancake di fagioli con crema di misticanza e noci
    • Crema di cavolfiore arrosto
    • Involtini al ragù di legumi
    • Polpette di fave e verdure con crema di zucchine
    • Biscotti alla canapa con crema chantilly

    Nel caso avessi qualche intolleranza, allergia o avessi fatto scelte di alimentazione diversa, ma non vuoi perdere la serata: non preoccuparti! Puoi contattarci e cercheremo insieme a te di creare un’alternativa valida che possa accontentare i tuoi gusti!

    Prenotare il tavolo

    Per partecipare alla serata de “Il menù dell’OrtoBio”, del prossimo venerdì 31 maggio 2019, sarà necessario prenotare il tuo tavolo.
    Il prezzo per singola persona, è di € 30,00 comprensiva di degustazione dei vini biologici della cantina protagonista della serata, il menù completo di sette portate, con dolce e caffè biologico compreso!
    Per prenotare il tavolo, o avere ulteriori informazioni sulla serata, ti invitiamo a contattarci ai seguenti recapiti 049 9915497 oppure al 328 0770977.